Paolo Mottana

Paolo Mottana è professore ordinario di filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca, dove dirige un master su “Culture simboliche per le professioni dell’arte, dell’educazione e della cura”, ha fondato il Gruppo di ricerca immaginale e presiede l’Associazione Istituto di Ricerche Immaginali e Simboliche (IRIS). Da anni si occupa dei rapporti tra immaginario, filosofia ed educazione, e promuove una pratica “controeducativa” in conflitto con il disciplinamento diffuso dalle agenzie di formazione istituzionali. Tra le sue pubblicazioni: Miti d’oggi nell’educazione (Angeli 2000); L’opera dello sguardo (Moretti e Vitali, 2002); Antipedagogie del piacere. Sade e Fourier e altri erotismi (Angeli, 2008); L’arte che non muore. L’immaginale contemporaneo (Mimesis, 2010); Eros, Dioniso e altri bambini. Scorribande pedagogiche (Angeli, 2010); Piccolo manuale di controeducazione (Mimesis, 2012); Caro insegnante (Angeli, 2013); Spacco tutto. Violenza e educazione (a cura di, Mimesis, 2013); Cattivi maestri. La controeducazione di René Schérer, Raoul Vaneigem, Hakim Bey (Castelvecchi, Roma, 2014); La gaia educazione (Mimesis, 2015), L’ipergesto. Disseminare utopia (Asterios, 2017), Educazione diffusa. Per salvare il mondo e i bambini (con Luigi Gallo, Dissensi, 2017) e, con Giuseppe Campagnoli, La città educante. Manifesto della educazione diffusa. Come oltrepassare la scuola (Asterios, 2017).

Posted by