Al via l'11^ edizione del festival Presente Prossimo. Dal 10 novembre 2018 al 23 febbraio 2018.

Risultati per Albino

2 eventi disponibili

Mariapia Veladiano
01 dicembre 2018 ore 18:00

Mariapia Veladiano è nata a Vicenza. Laureata in Filosofia e Teologia, ha insegnato Lettere per più di vent’anni e ora è preside di un Istituto comprensivo di Rovereto. Il suo primo romanzo La vita accanto, pubblicato con Einaudi nel 2012, è stato un vero e proprio caso editoriale, ha raggiunto le settantacinquemila copie vendute. Racconta la storia di una bambina irreparabilmente brutta che affronta con coraggio la sua inettitudine, dalla quale tenta di uscire andando alla ricerca delle sue passioni. Sempre con Einaudi nel 2012 ha pubblicato Il tempo è un dio breve e Ma come tu resisti, vita, una raccolta di minuscole riflessioni sui sentimenti e le azioni. Nel 2013 è uscito un piccolo giallo per ragazzi, Messaggi da lontano, con Rizzoli. Nel 2014 ha pubblicato Parole di scuola, edizioni Erickson. Liberissime riflessioni sulla scuola. Per Guanda è uscito nel 2016 Una storia quasi perfetta, e nel 2017 il suo ultimo romanzo, LEI. Con La vita accanto ha vinto il Premio Calvino 2010, ed è arrivata seconda al Premio Strega 2011. Collabora con Repubblica e con la rivista Il Regno.


Roberto Cotroneo
16 febbraio 2019 ore 18:00

Roberto Cotroneo è nato ad Alessandria e vive a Roma. Comincia la sua carriera come giornalista de L’espresso, per cui dirigerà per dieci anni le pagine culturali, firmando la rubrica All’Indice. Questa rubrica presterà il nome al suo primo libro di saggistica uscito nel 1991 All’indice, sulla cultura degli anni Ottanta. Diventa presto uno dei protagonisti della vita culturale italiana: editorialista per Panorama, per l’Unità e collaboratore per la pagina domenicale de Il Sole 24 Ore firmando le sue recensioni con lo pseudonimo Mamurio Lancillotto, il vicario criminale che processò nel Seicento la Monaca di Monza. Ha curato su Sette, il settimanale del Corriere della Sera, la rubrica Blowin’ in the Web. Appassionato di musica e di letteratura, scrive due saggi in forma di lettera al figlio: il primo, Se una mattina d’estate un bambino, sull’amore per i libri, del 1994, il secondo, Chiedimi chi erano i Beatles, sull’amore per la musica, del 2003. Il suo primo romanzo è del 1995, Presto con fuoco, finalista al Premio Campiello 1996, un romanzo che ruota attorno alla musica. Nel 1997 esce, sempre per Mondadori, Otranto, romanzo dedicato al Salento. Del 1999 è L’età perfetta, Rizzoli, con il quale vince il Premio Fenice-Europa. Ancora con Mondadori pubblica: nel 2002 Per un attimo immenso ho dimenticato il mio nome, nel 2006 Questo amore, nel 2008 Il vento dell’odio, romanzo sul terrorismo, nel 2011 E nemmeno un rimpianto. Il segreto di Chet Baker, sul celebre jazzista. Negli ultimi anni ha coltivato la passione per la fotografia e ne è nato un libro fotografico che è stato esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, oltre che un saggio sul modo in cui le immagini influenzano le nostre vite e sul narcisismo dei selfie, Lo sguardo rovesciato, Utet. Per Metamorfosi ha pubblicato diverse raccolte di poesie, mentre del 2009 è la raccolta di racconti Adagio infinito e altri racconti sospesi, Aliberti Editore. Il suo ultimo romanzo è uscito quest’anno dopo cinque anni di lavoro: Niente di personale, La Nave di Teseo, in cui racconta le sue radici familiari e l’Italia degli ultimi trent’anni, come un bacino di cultura ormai perduto.